Vinificazione sui lieviti indigeni: il PINOT GRIGIO

07/2018

Vinificazione sui lieviti indigeni: il PINOT GRIGIO

La pratica di utilizzare solo i lieviti già presenti sulle uve è utilizzata sempre più spesso dai produttori che cercano ottima qualità nei vini, soprattutto se biologici.

Ecco in cosa consiste: noi iniziamo col raccogliere una piccola parte delle uve, le pressiamo ed otteniamo così un mosto ricco di lieviti “indigeni” grazie ai quali fermenterà spontaneamente in poche ore.

Questa piccola quantità di mosto già in fermentazione verrà poi aggiunta a tutto il resto del mosto vendemmiato nei giorni successivi. 

La temperatura di fermentazione viene controllata per evitare che i lieviti indigeni vadano in stress e per favorire il lento e regolare procedere della fermentazione.

Procediamo a un primo travaso e lasciamo maturare il vino sulle proprie fecce per alcuni mesi. Seguirà poi l’imbottigliamento a inizio primavera. 

Guardate la scheda tecnica del nostro Pinot Grigio sui lieviti indigeni.