Azienda Agricola Giol

I VINI

Il vino dovrebbe essere un alimento: pura spremuta d'uva biologica fatta fermentare nel modo più povero possibile.
Molti dettagli durante la lavorazione ci permettono di rispettare l'equilibrio dei mosti e dei vini e di esaltarne il patrimonio organolettico senza stravolgerlo o coprirlo con coadiuvanti enologici.
Le papille olfattive e quelle gustative raccolgono i segnali che il vino comunica ai nostri sensi e sono in grado di recepire il pericolo di sostanze artificiali quando vi entrano in contatto: si proteggono, si chiudono e non possono dunque più svolgere la loro naturale funzione.
Un vino puro come il nostro, non appesantito dalle moltissime “scorciatoie” enologiche non colpisce le papille, non le offende ma le avvicina e le asseconda; la ricompensa per questa naturale empatia è tanto banale quanto evidente, soprattutto nel palato: vini piacevoli da bere, equilibrati, armonici e bilanciati.