PROSECCO FRIZZANTE SPAGO

Tappo sughero

PROSECCO FRIZZANTE SPAGO Tappo sughero
Giol Italia
vino biologico vegano
  • Vini di qualità dal 1427
  • Solo vini biologici dal 1987
  • Solo vini vegetariani e vegani dal 2007
  • Vini senza solfiti aggiunti dal 2009
  • Vitigni resistenti dal 2015
  •  
  • L'esperienza conta

DONWLOAD SCHEDA TECNICA

Caratteristiche

La versione frizzante del prosecco da sempre meglio si presta ad un consumo più semplice ed immediato dello spumante: alla vista si presenta colore giallo paglierino scarico con riflessi verdognoli, dal profumo fruttato, con note spiccate di mela verde e, in misura minore, di pesca, con note floreali di glicine e fiori d’acacia. Il bouquet è qui leggermente più fine e fruttato rispetto a quello del suo fratello Collio. Asciutto e sapido si accosta bene a crostacei, molluschi, pesci leggeri, risotti alle erbe, tartine al salmone, crepes di ricotta e spinaci. Da servire alla temperatura di 10°C.

Riconoscimenti

Gold Medal Pramaggiore, Venice (I)

Gold Medal

Pramaggiore, Venice (I)

marzo 2014

"Mostra Nazionale dei Vini 2014"

Silver Medal Germany

Silver Medal

Germany

giugno 2013

"International organic wine award"

Gold Medal Pramaggiore, Venice (I)

Gold Medal

Pramaggiore, Venice (I)

aprile 2013

"Mostra Nazionale dei Vini 2013"

Bronze Medal Montpellier (F)

Bronze Medal

Montpellier (F)

gennaio 2012

"Millésime Bio 2012"

Recensione su guida Roma (I)

Recensione su guida

Roma (I)

novembre 2010

"Annuario dei migliori vini italiani 2011"

Dettagli tecnici

Varietà Glera (Prosecco)
Denominazione Denominazione di Origine Controllata Treviso
Anno d'impianto 2004/2007
Terreno argilloso a scheletro prevalente/sabbioso e limoso
Sesto d'Impianto 1,00 x 2,80
Potatura sylvoz
Resa/Ettero 16 t
Alcool 11,00 % vol.
Zuccheri residui 7 g/l
Acidità 5,10 g/l
Ph 3,30
Pressione 2,5 bar

Vinificazione

Raccolta manuale delle uve all’ottimale grado di maturazione tecnologica, pigiadiraspatura, pressatura, decantazione statica dei mosti a freddo e inoculo con lieviti selezionati. Fermentazione controllata a freddo, 14° C. A fine fermentazione si procede al travaso, leggera chiarifica per la stabilizzazione proteica e successiva filtrazione. L’imbottigliamento avviene a seguito di una rifermentazione indotta in recipienti di acciaio chiusi (autoclavi): il vino per un mese aumenta la sovrapressione interna di circa 2,5 atmosfere fino a terminare la fermentazione: a questo punto si procede con la chiarifica e la filtrazione finale.